Il telefono rosso iniziò a trillare venti anni or sono

Direct Line ha inventato l’assicurazione auto diretta circa 20 anni fa, quando il famoso telefono rosso con le ruote è apparso per la prima volta nel Regno Unito. Infatti Direct Line fa parte del gruppo Royal Bank of Scotland ed è specializzata nelle assicurazioni su Internet e al telefono, senza rete di agenti né intermediari. Royal Bank of Scotland (RBS) vanta attualmente 26 milioni di polizze attive in Gran Bretagna, Spagna, Italia e Germania, delle quali 10 milioni di polizze auto.
Dietro Direct Line c’è una struttura agile ed efficiente, composta da circa 800 persone, di cui 600 operative nei call center della compagnia. Si è affacciata sul «difficile» mercato italiano nel 2002, crescendo velocemente e ritagliandosi un market share dell’1,5% nel mercato delle assicurazioni auto (tradizionale e diretto), nonostante un pubblico poco incline all’utilizzo della tecnologia per la fruizione dei servizi, ancora legato al contatto umano per la stipula dei contratti e l’assistenza in caso di sinistri. Complessivamente la penetrazione delle assicurazioni dirette sul mercato nazionale delle Rc Auto è del 6 per cento. In questo comparto Direct line copre ben il 24% del mercato, arrivando in soli 5 anni alla leadership in Italia, passando da un portafoglio di 60mila polizze (gennaio 2002) a oltre 500mila all'inizio del 2007, con una raccolta in continua crescita: più 17% nel 2006 rispetto al 2005 (più 12,5% nel 2005 contro il 2004). In Gran Bretagna, Royal Bank of Scotland Insurance vende ogni anno 11 milioni di polizze tramite i suoi partner, alcuni dei quali, operanti nella grande distribuzione, possono arrivare a proporne ben 2 milioni l'anno. Barclays, Abbey, Virgin Money, Nationwide, Egg (Individual Money Matters), Tesco, Mg, Bmw e Marks & Spencer sono i brand che hanno stretto accordi di partnership con Direct Line nel Regno Unito. In Italia si avvale della collaborazione di nomi del mondo finanziario come BNL, Fineco, Veneto Banca, Agos, della grande distribuzione (Esselunga e Shell) e di servizi come 3 Italia e Autostrade. In arrivo, inoltre, un nuovo accordo con American Express.