TeleGenova, è finita un’era

Ieri è definitivamente tramontata l’era della famiglia Cingari alla guida dell’emittente locale ligure TeleGenova.
Le emittenti televisive TeleGenova e TeleLiguria infatti, come già anticipato sabato da Il Giornale, sono state acquisite al 100 per cento dal Gruppo Profit di Raimondo Lagostena, tramite le società Alt - Azienda Lombarda televisioni e TivuItalia. L'operazione ha complessivamente un valore di circa 10 milioni di euro. La nuova proprietà ha insediato un consiglio di amministrazione che vede l'avvocato Mauro Grego come presidente, Raimondo Lagostena come amministratore delegato, Tiziana Grilli Lagostena, Mario Bottaro, Dino Pierluigi Secondi e Luigi Scotti come consiglieri. Il collegio sindacale è presieduto da Carlo Piana, con Massimo Garello Cantoni e Matteo Gavazzi Borella sindaci. TeleGenova è una delle emittenti «storiche» in Italia, essendo nata nel 1974 per iniziativa di Umberto Bassi e dell'allora editore del Corriere Mercantile, l'armatore Fassio. Nel 1986 è stata acquisita da Salvatore Cingari, prematuramente scomparso nel novembre 2004. La guida della tv era passata poi alla moglie Giovanna Cantini. TeleGenova copre il 95 per cento della territorio ligure, con una rete di 105 impianti da Ventimiglia alla Spezia. TeleLiguria ha invece sviluppato una copertura regionale in tecnica digitale, 24 ore su 24. La struttura di viale Brigate Partigiane, a Genova, produce programmi su 5 canali diffusi sul digitale terrestre e su 2 canali satellitari Hot-Bird a copertura europea (TeleGenova1 e TeleGenova2). Nella prima riunione, il consiglio di amministrazione ha affidato a Mario Bottaro, giornalista genovese, già vicedirettore del Secolo XIX, attualmente presidente e direttore editoriale di Redazione srl e docente universitario di linguaggio giornalistico, l'incarico della direzione editoriale di Telegenova.
Per Bottaro quindi quella di ieri è stata una giornata di festa visto che alle 19 a Palazzo Ducale ha inaugurato anche la nuova Radio Babboleo, con le novità del gruppo radiofonico e il suo telegiornale che va in onda ogni giorno 24 ore su 24.
Per l’emittente regionale invece si apre una nuova era e con il passaggio a Lagostena potrebbe anche cambiare lo scenario delle televisioni locali presenti in Liguria.