«Telegenova va difesa per salvare il pluralismo»

Caro Massimiliano, come cittadino genovese e come persona attenta alle «cose della comunicazione locale» vorrei fare un Grande in bocca al lupo all’emittente storica locale Telegenova ed in particolare a Franca Brignola e a tutta la redazione.
Tele Genova sta vivendo giorni difficili carichi di incognite sul futuro che né coinvolgono tutte le sue energie umane e riconosciute professionalità.
Genova ha bisogno di un pluralismo nell’informazione televisiva come punto fondamentale per un concreto e profondo confronto cittadino.
Primocanale, TeleNord e Telegenova costituiscono un patrimonio lavorativo, intellettuale e valoriale di assoluto livello nazionale.
La comunicazione televisiva trova in queste tre emittenti locali un panorama che permette al cittadino ligure e genovese di poter soddisfare le quotidiane domande che la nostra società locale pone di giorno in giorno.
Le vicende del gruppo al quale appartiene Tele Genova non devono inficiare il lato economico e sociale che essa rappresenta per la nostra comunità.
Mai come oggi un’emittente locale, nell’ambito di un significativo pluralismo editoriale, rappresenta un patrimonio per e della città.
Cioè a dire, per tutti Noi.