Telekom, Marini rischia il processo per calunnia

Calunnia nei confronti di alcuni dei personaggi più importanti della politica italiana: da Romano Prodi a Francesco Rutelli, da Piero Fassino a Clemente Mastella, da Lamberto Dini a Walter Veltroni nonchè i cardinali Ruini e Martini. Per questo l’ex promotore finanziario Igor Marini, l'uomo dalle cui rivelazioni scaturì il caso Telekom Serbia, rischia di finire sotto processo a Roma. La procura ha concluso le indagini e depositato gli atti nei confronti di una dozzina di indagati. Prassi, questa, che anticipa la richiesta di rinvio a giudizio. Oltre alla calunnia, a seconda delle posizioni, i pm Salvatore Vitello, Francesca Loy e Giuseppe De Falco, contestano anche i reati di truffa e di ricettazione di titoli di credito. A Marini sono attribuiti una sessantina di episodi ritenuti calunniosi. Si tratta delle rivelazioni fatte in varie sedi, dalla magistratura torinese (la prima ad occuparsi della vicenda) alle varie commissioni di inchiesta, sul presunto giro di tangenti che avrebbe scandito la scalata a Telekom Serbia.