Telelavoro e internet veloce: svolta con la banda ultra-larga

Pronto il piano della Regione. Sarà più facile comunicare da casa con enti pubblici, banche e ospedali

Banda ultra larga in tutta la regione entro la fine del 2012. Il progetto lombardo prevede la nascita di sei società che realizzeranno le nuove reti ottiche.
Ma, di fatto, cosa cambierà per i lombardi? Innanzitutto va detto che nelle case non ci sarà una rivoluzione come è accaduto per la tv con il passaggio dall’analogico al sistema digitale. Niente switch off: cioè, non si «spegnerà» una rete per accenderne un’altra da un giorno all’altro. I vantaggi comunque non mancheranno, anche nella quotidianità. Pensiamo al tempo che si impiega ora per scaricare un film o un album musicale da Internet. Ore. E spesso la linea cade, si perde la connessione, il file viene scaricato all’80 per cento e stop, non si avrà mai il piacere di vedere il finale della «pellicola». Con la banda larga, per scaricare l’intera trilogia del «Signore degli anelli» ci vorranno sì e no una decina di minuti. E in futuro, con la banda ultra larga, basterà un minuto. Ci saranno più possibilità di telelavoro e si potrà comunicare più velocemente con banche, enti pubblici e ospedali.