Telemedicina salvavita

Mezzo milione di italiani ha problemi di fibrillazione atriale, specialmente dopo il sessantesimo anno di età, ed ogni anno vengono diagnosticati sessantamila nuovi casi. Uno dei trial più noti a livello internazionale, lo Studio Gissi, ha in corso attualmente uno studio che sperimenta una nuova terapia in cui, per la prima volta, si ricorre ai sistemi di cardiologia per monitorare a distanza la situazione del paziente. In particolare vengono valorizzate molte situazioni tecnologiche sviluppate da Telbios, la società italiana (Gruppo Telecom) leader nei servizi di telemedicina.
Il nuovo studio che può contare sulla collaborazione di 140 centri di cardiologia italiani, riguarderà oltre 1400 pazienti. Rappresenta il trial più importante realizzato fino a oggi mediante apparati e sistemi di telecardiologia, che consente una diagnosi precoce e sicura della fibrillazione atriale. Ogni paziente dispone di un piccolo dispositivo che può registrare l’elettrocardiogramma in quanto è posizionato vicino al cuore del malato.