Con Telepass basta code ai caselli e negli aeroporti E vale anche per Area C

Sorprende la vista di code di auto che ancora si attardano ai caselli per il pagamento del pedaggio, soprattutto in virtù dell'esistenza del vantaggioso privilegio offerto da Telepass. Un servizio sempre più completo e utile se si pensa che con Telepass si tagliano le code e i tempi per il pagamento anche in aeroporto e in numerosi parcheggi di importanti città. «È un progetto che ha avuto un notevole riscontro - racconta l'ad di Telepass, Ugo De Carolis -. Un milione di parcheggi negli aeroporti Sea sono stati pagati col Telepass: circa il 55%».
È sufficiente infilarsi nelle corsie di accesso e di uscita dedicate e abilitate, predisposte negli aeroporti milanesi di Malpensa e di Linate per pagare la sosta nei relativi parcheggi, con l'addebito sul conto corrente. Gli oltre 8 milioni di possessori di Telepass, potranno così evitare di perdere tempo alle casse.
«Si tratta di una rivoluzione che in pochi mesi ha avuto un risconto sorprendente - prosegue De Carolis - ed è solo l'inizio, visto che nel 2014 si pensa di ampliare il servizio in tantissimi altri parcheggi degli aeroporti e cittadini oltre a quelli dove siamo già presenti. Siamo prossimi a offrire il servizio anche all'aeroporto di Bergamo, e alla Fiera di Milano. È importante notare come i clienti siano soddisfatti: niente costi aggiuntivi e risparmio di tempo. Il riscontro che abbiamo avuto ci stimola ad ampliare il progetto e a offrire sempre più servizi. Telepass si distingue sempre più per la propensione all'innovazione tecnologica applicata ai pagamenti elettronici e conferma la sua leadership a livello europeo».
Visto il successo ottenuto da subito negli aeroporti milanesi, Telepass ambisce, in pochi anni, a offrire il comodo, pratico e veloce servizio nei principali parcheggi italiani. E non è tutto; i possessori di Telepass possono anche entrare nell'Area C (Milano) senza doversi attardare ad acquistare i titoli d'ingresso presso le rivendite o ai parcometri, chiamando il call center o fare la coda presso gli sportelli bancari. È sufficiente accedere al sito www.telepass.it o recarsi presso tutti i «Punto Blu», per attivare, grazie al sistema di interconnessione di dati tra Atm e Telepass, senza costi aggiuntivi, il servizio di pagamento di Area C sulle targhe abbinate all'apparato Telepass. Le telecamere di Atm non emetteranno nessun suono al momento della lettura della targa. «Abbiamo cercato di trasformare l'incubo del pagamento della Ztl in un “sogno” - conclude De Carolis, di Telepass -: oggi sono 486mila i clienti che hanno attivato il servizio, prevalentemente su Internet. Inoltre, non occorre avere a bordo il Telepass; al momento dell'iscrizione il possessore può registrare due targhe che le telecamere riconoscono attraverso un lettore e, automaticamente, avviene l'addebito».