Da Telepiù a Sky, l’epopea della pay tv

Nel giro di 15 anni tormentati da rinvii, ostacoli di natura politica e dal pregiudizio diffuso contro una tv «per pochi», la pay-tv si è fatta strada fino a diventare un’alternativa alla tv generalista. A turno ci hanno provato in molti: piccoli imprenditori, grandi gruppi, colossi stranieri. Dai primi progetti alla nascita di Telepiù e Stream, fino all’arrivo del tycoon Murdoch e della sua Sky, un testimone privilegiato come Tullio Camiglieri, a lungo dirigente di Sky, racconta per la prima volta, con aneddoti, ricordi e il contributo di cinque esperti, l’epopea della pay tv in Italia (La grande avventura della pay tv, Mursia, pagg. 183, euro 14). Lasciando intravedere il prossimo scenario: il duello tra satellite (Sky), digitale terrestre (Mediaset) e nuove piattaforme.