Televisione Digitale meno 2: saranno visibili 37 canali gratuiti

RECORD Il consorzio DGTVi: «Solo 13 sono della Rai, il servizio pubblico più prolifico d’Europa»

A due giorni dal passaggio in digitale di Roma, prima grande capitale europea ad abbandonare completamente la televisione analogica, si va delineando la composizione dell’offerta dei canali trasmessi in digitale terrestre. In una nota di DGTVi, il consorzio di broadcaster coinvolti nel passaggio alla nuova tecnologia, saranno 37 le emittenti gratuite nazionali ricevibili a Roma e poi in tutto il Lazio dal momento dello switch off. A queste vanno aggiunti i 56 canali locali del Lazio che spegneranno il proprio segnale analogico convertendosi al digitale (alcuni hanno già anticipato tale passaggio) e aumentando potenzialmente la propria capacità trasmissiva che, a regime, potrebbe portare ad un’offerta di oltre 250 emittenti locali. «Sono ben tredici, al momento, i canali in digitale terrestre prodotti dalla Rai», sottolinea Andrea Ambrogetti, presidente di DGTVi. «Il nostro è il servizio pubblico più prolifico fra i Paesi europei coinvolti nel passaggio al digitale. Tanto per fare un esempio, la Bbc inglese offre in tutto otto canali. Fra le emittenti Rai ci sono anche i quattro canali RaiSat che prima erano disponibili solo via satellite e che ora potranno essere visibili a Roma e nel Lazio anche con il decoder per il digitale terrestre. Se a questi si aggiungono anche gli altri canali gratuiti come Boing e Iris o i canali sportivi di SportItalia, si tratta di un’offerta gratuita davvero ricca e completa». A switch off avvenuto, inoltre, saranno ricevibili attraverso i decoder HD anche le versioni in alta definizione di Canale 5 e Italia 1, nonché i programmi in alta definizione del canale RaiHD. Quella del Lazio è una tappa fondamentale nel processo di digitalizzazione della televisione italiana che verrà completato entro il 2012. La popolazione coinvolta, precisamente 4,5 milioni di persone, di cui 2,7 milioni nella sola provincia di Roma, potrà rivolgersi al numero verde 800022000 messo a disposizione dal ministero dello Sviluppo Economico-Dipartimento per le Comunicazioni che offre tutte le informazioni necessarie sul passaggio al digitale terrestre. È completamente gratuito ed è attivo dal lunedì al sabato (esclusi i festivi), dalle 8 alle 20.