Telone a colori sulle impalcature Il «writer» Bros invita a riflettere

Ci troviamo di fianco alla chiesa di San Francesco e nelle immediate vicinanze della mensa di via Kramer, dove i frati sfamano ogni giorno centinaia di poveri. Sulle impalcature di un palazzo in piazza Tricolore è spuntata, come un fungo, nella notte fra il 23 e il 24 dicembre, una nuova opera d’arte: cinque ore di lavoro rigorosamente notturno per dipingere 750 mq di telone, 400 litri di colore per comporre un disegno apparentemente provocatorio, ovvero una grande coscia di pollo che accompagna la scritta «Eat Bros at Xmas» («Mangia Bros a Natale»).
L’autore di questo lavoro è proprio lui, Bros, il noto writer milanese. Nonostante le apparenze, non è un banale modo per catturare l’attenzione quello di toccare il tema del cibo proprio vicino alla mensa dei poveri, ma, al contrario, «è una proposta per riflettere». Si tratta di una grande operazione di auto-pubblicità, realizzata con estrema cura e con un lungo lavoro di preparazione: l’opera è stata compiuta di notte, ma dopo un lungo studio e non c’è stata alcuna invadenza illecita degli spazi altrui: Bros aveva tutti i permessi per agire indisturbato. La scritta a caratteri cubitali è stata realizzata in negativo dai ponteggi affinché dalla strada sia leggibile nel senso corretto, e le misure dei caratteri come gli spazi tra uno e l’altro sono tutti stati calcolati usando come riferimenti i piani del palazzo. «Non m’interessa trasgredire, scrivere sui muri - dichiara Bros -. Sono tutte cose che ho già fatto. Sto cercando di approcciarmi a questo concetto di arte pubblica, di arte che si realizza nel contesto dell’ambiente circostante». Non per niente l’artista sta approfondendo, in questo periodo, i nuovi linguaggi dell’arte e prepara, per l’anno prossimo, una grande mostra pubblica.