«Temevamo che i giocatori frequentassero gentaglia»

I magistrati chiedono di spiegare le indagini di Tavaroli sui giocatori dell’Inter e sul «sistema Moggi». Tronchetti: «Ce lo dicevano i miei figli piuttosto che i figli di Moratti che vedevano i calciatori nei locali con persone strane, e c’era anche Facchetti (allora presidente dell’Inter, scomparso nel 2006, ndr) che raccontava queste cose. Facchetti non so se mi chiese lui o se mi offrii io, «senti i nostri della sicurezza, come si può fare a capire se questi sono in mezzo a gentaglia». Dissi a Tavaroli che c’era questo problema all’Inter, se poteva fare una chiacchierata con Facchetti \ Tavaroli non ha mai avuto nessuna indicazione né da me né da Moratti di occuparsi delle società di Moggi. Dalle cose che lei mi dice posso immaginare che sulla vicenda di quel giovane arbitro (è Danilo Nucini, “avvicinato” dagli uomini di Moggi, ndr) Facchetti abbia fatto un cenno a Tavaroli e su questo la security si sia mossa di sua iniziativa».