Temperature in picchiata, neve alle porte di Roma Primi fiocchi a Cesano , Manziana, Bracciano. Piste aperte al Terminillo. Imbiancate Viterbo e Rieti

GELO È nevicato a Vallepietra, Jenne, Affile e Arcinazzo Romano Per i prossimi giorni temperature in risalita in tutto il Lazio

Scende la temperature, la neve arriva (e si ferma) alle porte di Roma. Per ora la capitale resiste, ad eccezione di un’innocua spruzzatina nell’estrema parte nord della città. Ma ieri mattina i fiocchi hanno raggiunto i dintorni: Cesano, Bracciano, Anguillara, Manziana si sono improvvisamente imbiancate creando qualche inatteso problema agli automobilisti.
Sveglia sotto la neve anche per l’intera provincia di Rieti, compreso il capoluogo. Sulle strade qualche problema, come segnalato dai vigili del fuoco e dalla polizia stradale che sono dovuti intervenire per rimuovere la neve e agevolare il traffico sulla Salaria in direzione di Roma all’altezza del chilometro 64. Catene obbligatorie in molte direttrici, in particolare sulla strada che porta al Terminillo a partire dal chilometro 16.
Prima neve anche nell’alta Valle Aniene. I fiocchi sono caduti sabato notte e nelle prime ore di ieri mattina coprendo in particolare i comuni a maggiore quota. È nevicato a Vallepietra, Jenne, Affile e Arcinazzo Romano. Imbiancata dalle prime luci del giorno tutta la provincia di Viterbo. Sulle alture il manto nevoso ha raggiunto i 25 centimetri d’altezza. Traffico in difficoltà su tutte le principali strade: sulla Orte-Viterbo si è transitato solamente con catene e gomme termiche. Anche sulla Cassia Nord, tra Montefiascone, Bolsena e San Lorenzo Nuovo, per ora sono obbligatorie le catene montate; sulla Cassia sud, tra Vetralla e Sutri, invece, il transito è consentito con catene a bordo o le gomme da neve. Analoga la situazione sui monti Cimini dove, al passo Montagna, la neve ha raggiunto i trenta centrimetri d’altezza. Nevicata abbondante a Orte e, a tratti, in Maremma. Imbiancata infine Viterbo.
Intanto sulle piste del Terminillo, terminata la bufera di ieri mattina, gli sciatori sono tornati numerosi sulle piste, sfidando il forte vento ma potendo contare su oltre un metro di neve e tutti gli impianti aperti. Una manna per chi da troppi anni aspettava simili condizioni. Impianti aperti anche nell’altra stazione sciistica reatina, Selvarotonda di Cittareale, dove si è tornati a sciare a pieno regime già dallo scorso 27 dicembre.
E per i prossimi giorni le previsioni meteo indicano bel tempo e temperature minime che non dovrebbero mai scendere sotto i cinque-sei gradi. Secondo, infatti, il sito Romameteo già da questa sera il nucleo freddo si allontanerà progressivamente verso il nord ovest del Paese, liberando la nostra regione dove le condizioni tenderanno lentamente a migliorare. Insomma, salvo sorprese, per i prossimi giorni sole e poca possibilità di precipitazioni.