Tempesta sul Nord Un medico velista disperso nel Garda, esonda il Lambro

Il maltempo ha colpito duramente ieri al Nord. Sul Lago di Garda si sono perse le tracce di un velista sessantenne, un medico di Soiano (Brescia) disperso mercoledì pomeriggio alle 18 e 45 nella zona di San Felice. Un uomo ha avvistato la barca alla deriva che poi è risultata quella del professionista bresciano. Le ricerche ieri sono andate avanti per tutto il giorno, e nel lago si sono tuffati anche i sommozzatori dei vigili del fuoco di Milano, che si sono aggiunti alle perlustrazioni di polizia, guardia di finanza e guardia costiera, concentrate in particolare tra l’isola di Garda e Sirmione.
Le piogge poi hanno provocato esondazioni sia in Brianza sia nel Milanese, e danni sono stati segnalati anche nelle province di Bergamo e Lecco. A Milano l’innalzamento del livello del Seveso ha provocato allagamenti in viale Ca’ Granda (zona Niguarda), e i vigili del fuoco hanno registrato centinaia di chiamate d’aiuto. Il fiume Lambro è esondato in due punti, e il Comune ha chiuso i ponti in via Vittorini e via dell’Aviazione. In Brianza, a Renate, 20 persone sono state evacuate per la fuoriuscita di un affluente del Lambro e sono ospitate temporaneamente nell’oratorio locale. Sempre in Brianza, a Usmate-Velate, il torrente Molgora è straripato nel centro del paese, dove sono state approntate barriere di contenimento con sacchi di sabbia. Un’altra abitazione è stata evacuata a Ponte Albiate, dove alcuni scantinati si sono allagati per la fuoriuscita di un affluente del Lambro.
Tra le province di Bergamo e Lecco a causa di uno smottamento è stata chiusa la strada provinciale 177 che collega Caprino Bergamasco e Torre de Busi. Il maltempo oggi dovrebbe estendersi alla parte orientale della pianura Padana, al Garda e alla Valcamonica. E tra perturbazioni e brevi schiarite continuerà fino a Ferragosto.