Tempo pazzo: prima il solleone, poi la pioggia

Una giornata di festa iniziata con un caldo quasi estivo e con le spiagge affollate e conclusosi con la inattesa visita della pioggia. Capricci del tempo in quella che è stata comunque la prima festività all’insegna del clima estivo, ciò che ha spinto centinaia di migliaia di romani sulle spiagge, fuori porta e nelle ville cittadine. Romani e turisti hanno approfittato della giornata di festa per trascorrere la mattinata fuori casa, prima di essere sorpresi da un repentino peggioramento meteorologico nel pomeriggio. E chi non ha potuto raggiungere il litorale si è accontentato di prendere il sole sul lungotevere all’altezza dell’isola Tiberina oppure a Villa Borghese e nelle altre aree verdi della città. Bimbi in bicicletta e con il monopattino, ragazzi con lo skateboard si sono divertiti invece in piazza del Popolo. Affollate anche via del Corso, via Condotti e via del Babuino. Non pochi quelli che si sono rilassati facendo una passeggiare tra le vie del centro mangiando un gelato. Ma comitive, coppie di giovani e famiglie ieri mattina hanno affollato anche piazza di Spagna e cercando refrigerio nella «fontana della Barcaccia», il Circo Massimo.
Affollato anche il litorale, dove qualcuno ha azzardato anche il primo bagno del 2007. A Ostia a guastare la giornata, prima della pioggia pomeridiana, ci ha pensato una dimenticanza del XIII municipio, che non ha chiesto al Campidoglio la deroga alla chiusura dei negozi. Motivo per cui «decine di supermercati, negozi e botteghe che avevano aperto i battenti sono stati fatti chiudere e multati dai vigili urbani», come denuncia il capogruppo di Alleanza Nazionale al XIII municipio Amerigo Olive.
E in serata rientro precipitoso sotto la pioggia. La sala operativa dei vigili urbani ha registrato code e rallentamenti a Ostia in direzione Roma. Traffico intenso anche sul Grande Raccordo Anulare nel tratto compreso tra la Cassia bis e la Flaminia in carreggiata interna. Sulla Roma-Fiumicino code nei primi dieci chilometri in direzione della capitale.