Tempo di rock a «Enzimi» con il concerto di Peaches

Duccio Pasqua

Peaches torna a «Enzimi». A tre anni dalla precedente esibizione, la carismatica artista è di nuovo protagonista della manifestazione che ormai da undici anni vivacizza il settembre romano. Salirà sul palco del Circolo degli Artisti domani alle 21. Canadese trapiantata a Berlino, Peaches è autrice di una musica difficilmente catalogabile, divisa tra punk, elettronica, hard rock e venature hip hop. I suoi testi sono diretti, carichi di allusioni al sesso (a partire dai titoli delle canzoni) e di satira politica. Emblematico in questo senso il nuovo album, intitolato Impeach my Bush, che chiama in causa il presidente americano, ma può anche essere interpretato in modo decisamente differente. Al disco hanno partecipato ospiti di rilievo come Josh Homme, leader dei Queens of The Stone Age, e Joan Jett, la rocker del classico I love rock’n’roll. Al precedente lavoro di studio di Peaches aveva invece collaborato Iggy Pop, idolo della cantante e allo stesso tempo suo grande estimatore.
L’innovazione più rilevante nel mondo di Peaches riguarda proprio i concerti. Aveva abituato il suo pubblico a inusuali esibizioni in cui allestiva un vero e proprio «one woman show», cantando dal vivo su basi pre-registrate. Per il tour di Impeach my Bush l’artista ha invece preferito farsi accompagnare da una vera band, portando con sé Samantha Maloney, già batterista delle Hole di Courtney Love, il chitarrista Radio Sloan, anch’egli già al servizio della Love, e JD Samson, tastierista de Le Tigre.
Un’occasione imperdibile per il pubblico che affollerà il Circolo degli Artisti, storico locale romano da sempre attento alle proposte più interessanti della nuova scena musicale internazionale. L’appuntamento è in via Casilina Vecchia 42, nei pressi di piazza Lodi, a metà strada tra San Giovanni e San Lorenzo. I biglietti costano 10 euro.