Tenaris lancia l’allarme sul terzo trimestre

Il trimestre in corso sarà per il gruppo Tenaris più debole a causa anche degli effetti degli uragani nel Golfo del Messico. Lo ha detto nel corso di un incontro con gli analisti Paolo Rocca, presidente e ad del gruppo che produce tubi d’acciaio per l’industria energetica in tutto il mondo. «Se guardiamo al medio termine però la situazione è favorevole per Tenaris», ha aggiunto. Tenaris si aspetta un cashflow molto solido con un calo dell’indebitamento, ha sottolineato: «Quanto all’andamento dei risultati nel 2009 saranno influenzati soprattutto dalla dinamica dell’economia a livello globale». Tenaris ha poi smentito un possibile interesse del gruppo italo-argentino per il concorrente Vallourec, così come ipotizzato da voci di mercato nei giorni scorsi. «Vallourec è un rispettabilissimo concorrente, si tratta solo di rumors», ha sottolineato. Rocca non ha tuttavia escluso che il gruppo punti per la crescita futura sulle acquisizioni. «Non le escludiamo anche se per ora non abbiamo in programma nulla», ha detto Rocca. Nell’incontro con gli analisti il manager ha fatto il punto sul piano di investimenti, definiti «molto forti a livello di crescita organica», e sul posizionamento dell’azienda a livello globale.