Tenaris si mette in luce

Piazza Affari si è allineata ieri alle Borse europee e l’indice S&P/Mib «corregge» dello 0,4%. Resta elevato il volume degli scambi, indicato in quasi 5,7 miliardi di euro. L’attenzione degli operatori si è diretta al comparto delle banche popolari minori, in vista di possibili sviluppi in tema di acquisizioni e aggregazioni: Popolare Etruria e Lazio cresce di quasi l’1%; ha fatto meglio la Spoleto, che migliora dell’1,2%, mentre Bpu sale dell’1,8%. Tra le big bancarie, limano Intesa e S.Paolo, come le principali voci del comparto assicurativo, che vedono flettere Generali e Unipol dello 0,6%. Nuovi acquisti su Fiat, dopo la pubblicazione di dati sul mercato italiano dell’auto, e il giudizio positivo di Moody’s hanno fatto di nuovo superare al titolo ordinario quota 14 euro, con riflessi positivi sulle holding del gruppo. Ritorna l’interesse sui titoli del lusso, dopo che François Pinault ha dichiarato di poter effettuare acquisti in Italia: Valentino e Bulgari crescono dell’1%, mentre Luxottica (più 0,9%) segue l’impennata registrata a Wall Street. Cresce Tenaris (più 4,7%), per il successo in Russia del collocamento della rivale Oao Tmk. Interamente coperta l’offerta pubblica di Elica.