Tendenze Piccola, sotto i 10 metri Barca da giorno per brevi crociere

Quante volte negli ultimi anni abbiamo sentito dire che la nautica sarebbe ripartita dalle piccole? Bene, forse ci siamo. La crisi ha avuto conseguenze importanti non solo nelle vendite, ma anche su tutta la fase progettuale di molti cantieri che fino a ieri avevano puntato a costruire yacht sempre più grandi e che oggi stanno proponendo modelli completamente diversi, da utilizzare in giornata o per piccole crociere. Le misure ideali? Spesso sotto i dieci metri (si evita l’immatricolazione). Citiamo il Bluegame 40, il Sessa Key Largo 36 (foto in basso) e il rivoluzionario Wider 42: spazi, equipaggiamenti e costi risultano superiori ma sostanzialmente sono daycruiser pure loro. Altro valido esempio della nuova tendenza è Atlantis Verve: si tratta di una barca di quasi 12 metri. Stesso discorso vale per Rio Yachts, che ha voluto festeggiare i suoi 50 anni di attività con la riedizione di una delle prime imbarcazioni costruite dal cantiere, l’Espèra. Si tratta di un day cruiser di lusso (9,99 metri) capace di offrire il massimo in termini di confort e di eleganza. Un’altra barca di nuova concezione arriva da Boston Whaler, leader mondiale nella costruzione di fisherman inaffondabili. Degne di attenzione tra le italiane sono anche la sportiveggiante Cranchi Csl 27 ( in alto) e Riva Iseo (metri) che ha nell’eleganza il suo punto di forza. Dall’estero arrivano invece il Jeanneau Cap Camarat 7,5; il Sea Ray 235 Weekender e il Beneteau Flyer 750 Cabrio (al centro)che si presta bene anche alla pratica degli sport d’acqua. Perché, il vero scopo di tutte queste barche è divertire tanto chi è a bordo: patiti della velocità come della sosta per il pranzo, fissati del bagno o dello sci nautico e via dicendo. Spesso ci riescono.