Il tennis di Clerici: pulizia etnica degli «arrotini»

LEZIONE DI TATTICA. «Luca Marchegiani (6’ Liverpool-Chelsea, martedì Sky Sport 1): «Anche un rilancio fatto così dalla difesa può diventare una situazione».
AL CIRCO. Marino Bartoletti (Martedì Champions, Raidue): «Il Milan ha bisogno di un centravanti, non di una foca, con tutto il rispetto per Ronaldinho».
DA CHI?/1 Fulvio Collovati (25’ Barcellona-Manchester United, mercoledì Raidue): «Ronaldo ha sbagliato dopo essersi liberato da parte del proprio avversario».
BEDUINO. Fulvio Collovati (41’): «Quando lanci lungo così, Eto’o è in preda al deserto».
DA CHI?/2 Fulvio Collovati (62’): «Io mi emoziono quando vedo questi applausi conclamati da parte di tutto il pubblico a un diciassettenne. Sono consensi meritati da parte di questo ragazzino».
BIDONE. Sandro Mazzola (Un mercoledì da campioni, Raiuno): «Cristiano Ronaldo per essere considerato quello come lo consideriamo non può fare un errore del genere».
I MOSTRI. Marcello Lippi (Chelsea-Manchester United, sabato Sky Sport 1): «Gli ha spaccato dei denti». Massimo Marianella: «Sì, temo che il sorriso di Vidic non sarà più lo stesso per qualche giorno».
COERENTE. Marcello Lippi (80’): «Guarda che sono cose gravissime, non possono succedere, non esiste. Non è che siano cose gravissime, intendiamoci».
VIA DI QUI. Gianni Clerici (Federer-Djokovic, torneo di Montecarlo, sabato Sky Sport 3): «La mia regola è che quando uno scambio supera i dieci colpi si sente un trillo e il punto viene assegnato a chi giocava la palla. Così tutti gli arrotini li mandiamo a casa». Rino Tommasi: «Pulizia etnica». Gianni Clerici: «Non esageriamo. Li mandiamo a casa, non a Auschwitz».
A UN PASSO/1. Marco Cattaneo (85’ Livorno-Milan, domenica Sky Diretta Gol): «Qua invece è arrivata la notizia del vantaggio della Fiorentina, i chilometri del resto non sono tanti, ma è arrivata via telefono in tribuna».
CENERENTOLO. Nicola Roggero (93’ Fiorentina-Sampdoria): «Sampdoria col piede molto educato di Volpi per questo calcio di punizione».
A UN PASSO/2. Paolo Bargiggia a Lele Oriali (Domenica stadio, Italia 1): «Konko è un giocatore sul quale siete vicini?».