Tennis Club, amara retrocessione

Claudio Rossini

Epilogo amaro per la squadra del Tc Genova alla sua ottava partecipazione al massimo campionato a squadra tennistico. Sono lontani i tempi del primo campionato, ripreso dalla Fit nel 1998, dopo una lunga interruzione, e vinto alla grande proprio dal Tc con l'apporto di Gloria Pizzichini, della allora diciottenne Maja Matevzic e, per la finale di ritorno, dalla diciannovenne Olga Barabanshikova. Per l'incontro con il Palladio di Vicenza, sceso a Genova senza le grandi firme, Pennetta in testa, non è bastato il pareggio maturato dalle vittorie in singolare delle indomabili Vierin e Canepa. La prima, opposta alla quotata Mara Santangelo, n° 86 mondiale, si è affermata in due frazioni, aggiungendo un'altra prestazione di grande livello, così come la Canepa che non ha avuto difficoltà a superare, pure in due set, Rita Grande per tanti anni alfiera del tennis azzurro. Nel terzo singolare in programma, Giorgia Mortello ha perso in due set contro Maria Paola Zavagli, lottando al meglio delle sue condizioni. Anche il doppio non è stato favorevole ai colori biancorossi e Canepa- Vierin hanno perso abbastanza nettamente dal duo vicentino formato dalla Santangelo e dalla Zavagli. Questi i crudi dati che relegano all'ultimo posto in classifica e quindi alla retrocessione in serie A-2 la formazione genovese. Già sono state evidenziate alcune delle cause di questa cocente delusione che apre prospettive incerte alla prossima partecipazione al campionato di A-2. Infatti la conferma di Nathalie Vierin e Alice Canepa è tutta da verificare; certo che la loro presenza farebbe riconquistare quasi certamente la massima categoria.