Al Tennis club trionfano gli «over»

Claudio Rossini

Si è conclusa sui campi del Tc Genova, con la disputa del girone finale la prima edizione del campionato regionale Aivat per squadre maschili con veterani over 50, 60 e 65 Nc. Diciamo subito che la nuova manifestazione è il frutto della capacità e intuizione dei due liguri del consiglio nazionale dell'associazione voluta e fondata da Alessandro Loewy nel 1955. I nuovi consiglieri, Edgardo Loewy e Giorgio Bertolini,sono riusciti a mettere in campo dodici formazioni, coprendo la fascia che va da Bordighera a Lavagna, suddivise in tre gironi eliminatori che hanno portato Tc Pegli, Tc Genova e Ct Lavagna alla fase finale. Hanno vinto i veterani biancorossi impostisi per 3-0 sul Lavagna e, in una interessante finale, per 2-1 sui bravi pegliesi. Nonostante l'età non più verdissima, i protagonisti in campo hanno giocato su buoni livelli i tre incontri di doppio previsti dal regolamento. Il Tc Genova, che di veterani in campo ne può schierare a dozzine, nell'incontro finale si è affidato alle doti tecniche e agonistiche di Dufour, Carosini, Oppezzi, De Stefanis e dei fratelli Bertolini, Giorgio e Roberto. I punti per il successo finale sono venuti dalle vittoria di Dufour e Carosini nel doppio over 50 sui pegliesi Callà e De Mattei e dal successo di Oppezzi e R. Bertolini nel doppio over 55/65 sui bravi Caprino e Buffo. Il punto della bandiera per i pegliesi, che in precedenza si erano affermati per 3-0 sul Lavagna, è il frutto della bella prestazione di Bosi e Marazzini che, nel doppio over 60, hanno superato al tiebreak la coppia biancorossa formata da Giorgio Bertolini e Remo De Stefanis. Agli Orti Sauli c'erano anche i veterani del Ct Lavagna, vincitori del girone di levante. I lavagnesi, guidati dal loro giocatore-presidente Aldo Carozzo, a sorpresa hanno superato le più accreditate Golf & Tennis Rapallo, Prorecco e Chiavari per merito dei vari Gallina, Sanguineti, Tommasi e Vattuone. A Genova hanno pagato dazio perché hanno incontrato dei veterani d.o.c., ma è stato importante esserci. Dopo il successo promozionale, Loewy e Bertolini sono già al lavoro per lanciare nuove manifestazioni capaci anche di riportare in campo anche le tante giocatrici che annovera la nostra regione.

La famiglia tennistica veterana è in lutto per la perdita di Michele Botteri. Con «Michelin», classe 1912, il tennis perde un altro dei suoi veterani, sempre sulla breccia per un grande amore dello sport della racchetta che ha portato Botteri in giro per il mondo impegnato in tornei internazionali senza disdegnare le manifestazioni liguri. Lo ricordiamo fedele partecipante alla Coppa del Sindaco, impegnato anche nel singolare, praticato con passione e col desiderio di migliorare. Ciao Michelin, ci mancherai.