Il tennis (come al solito) è donna

Castellaneta MarinaLa magnifica nazionale del tennis femminile nella semifinale di Fed Cup che si gioca a Castellaneta Marina contro la Russia conduce per 2-0. Ieri Flavia Pennetta con grande merito ha battuto Anna Chakvetadze: 6-4, 6-0, poi Francesca Schiavone ha completato il capolavoro inchiodato la fortissima Svetlana Kuznetsova per 1-6, 6-2, 6-3. Da grande appassionata della racchetta mi inchino al coraggio di una squadra composta da straordinarie atlete capaci di battersi con grande cuore. Donne che credono nei sogni e sanno fare squadra! Non a caso conquistarono la prestigiosa Coppa in finale contro il Belgio di Justine Henin nel 2006, per arrendersi soltanto in finale a Mosca l'anno successivo.
È giusto segnalare che solo l'Italia è stata capace di interrompere il percorso vincente della Russia che ha vinto quattro delle ultime cinque edizioni. Oggi alle azzurre serve il punto della vittoria. Sembra una impresa facile ma le nostre giocatrici sanno di non poter sottovalutare avversarie di grande statura. Nessuna di loro si illude! Assieme affronteranno l'ostacolo che le divide dal trionfo che meritano.
Per quanto mi riguarda spero che la passione con la quale le tenniste difendono i colori della nostra bandiera riesca a contagiare la nazionale maschile di coppa Davis. Come sarebbe bello se gli uomini, lasciando da parte polemiche che ogni volta caratterizzano le convocazioni, seguissero il loro esempio. Se capissero fino in fondo quanto è bello battersi per il proprio Paese ignorando consigli sbagliati e aride polemiche. Sembra incredibile ma appartengono tutti alla stessa Federazione!