Tenniste in erba si sfidano sui campi del Tiro al volo

Sabrina Fantauzzi

Metti uno dei circoli più prestigiosi di Roma, l’Antico Tiro a Volo, metti sessanta fanciulle dai 16 ai 20 anni in gonnella e racchetta, metti infine la mitezza di una primavera appena iniziata e il successo è garantito.
Dal 27 marzo al 2 aprile il circolo Antico Tiro a Volo, in via Eugenio Vajna 21, ospiterà il secondo torneo internazionale di tennis femminile.
L’appuntamento è stato presentato ieri dal presidente del circolo, Michele Anastasio Pugliese, dal consigliere delegato allo Sport, Claudio Mazzoni, dai responsabili del torneo, Fausto Gullo e Antonio Stinà, e dal direttore del torneo, Marco Fanano. Madrina dell’evento, Antonella Mosetti.
Sessanta giovanissime sportive si sfideranno sui quattro campi da tennis del club per un’iniziativa patrocinata da Regione, Provincia, Comune e dalla Federazione italiana tennis. In palio un montepremi di diecimila dollari. La gare, che si svolgeranno dalle 10 alle 18, sono gratuite e aperte al pubblico.
«Il torneo internazionale di tennis – ha detto il presidente del circolo - è un’occasione importante per rinvigorire i principi sani dello sport e della competizione. Si tratta di valori importanti per le giovani atlete e per chi vuole favorire la pratica sportiva. Il nostro circolo, abituato a organizzare meeting e convegni, si sta aprendo alle competizioni sportive riscuotendo adesioni di livello internazionale».
In effetti, l’affascinante circolo costruito secondo i criteri stilistici della fine del 1800, è noto non solo per il panorama mozzafiato sulla capitale godibile dalla terrazza con piscina, ma anche per le attività convegnistiche e ludiche. Quest’anno vuole mettersi in linea con le iniziative tradizionali dei circoli sportivi romani. E lo sta facendo con successo e intraprendenza.
Per gli organizzatori, Fausto Gullo e Antonio Stinà, «le gare dello scorso anno hanno rappresentato una sfida importante con partecipanti provenienti da tutto il mondo». «Un successo - sostengono - che ci ha incoraggiato a organizzare anche per quest’anno il torneo».
Il direttore della competizione, Marco Fanano, ha spiegato che sui quattro campi da tennis si sfideranno tenniste dai sedici ai 20 anni per un torneo chiamato «Future», proprio in virtù della giovane età delle sportive. «Ragazze che si affacciano al professionismo – ha spiegato il direttore -. Questa serie di tornei e circuiti internazionali le porta a scalare la classifica mondiale». Tra le romane, la giovane Stella Menna.