Tennisti? Tutti «ladri»

Così fan tutti. I bravi ragazzi e i «bad boys». Furto. Oppure solo un souvenir. Nella giornata conclusiva del torneo di Wimbledon si è finalmente scoperto che fine avessero fatto i circa 2.500 asciugamani griffati spariti dai campi. Sorpresa: sono «scivolati» nelle borse dei giocatori. A chiarire il mistero sono stati i fratelli Bob e Mike Bryan, vincitori del torneo di doppio e habitué del taccheggio tennistico: «I giocatori hanno preso l’abitudine di rubarne quanti possono per regalarli agli amici». I due hanno poi spiegato che «a fine partita i raccattapalle hanno il compito di riprenderli, ma se uno è svelto li infila in borsa e sono suoi». Perfino Roger Federer, vincitore dalla «faccia pulita», ha ammesso: «A volte l’ho fatto. Ne ho una vasta collezione, sono ottime soluzioni per un regalo». Oltre la metà dei 5.000 asciugamani si è «volatilizzata» e poiché ciascuno ha un valore di 45 dollari, il danno complessivo raggiunge la cifra di 112mila dollari. Niente male, come bottino. Niente male come souvenir.