Tensione tra le due Coree Scambi di spari in mare

Scambio di colpi d’arma da fuoco tra le due Coree nel Mar
Giallo, nei pressi dell’isola di Yeonpyeong. Fonti del governo sudcoreano: vogliono uccidere il ministro della Difesa

Seoul - Scambio di colpi d’arma da fuoco tra le due Coree nel Mar Giallo, nei pressi dell’isola di Yeonpyeong. La Marina della Corea del Sud ha sparato alcuni colpi in risposta a una raffica d’artiglieria della Corea del Nord, dove -secondo il governo di Pyongyang- erano in corso esercitazioni militari. Il ministero della Difesa a Seul ha detto che un colpo di artiglieria è caduto vicino al confine con il proprio territorio. La zona è stata già più volte teatro di scontri armati (nel 1999, nel 2002 e nel novembre 2009). In particolare lo scorso novembre, la Corea del Nord bombardò l’isola di Yeonpyeong, uccidendo quattro sudcoreani (due dei quali, civili), il che scatenò una pesante crisi diplomatica tra le due Coree.

"La Corea del Nord vuole uccidere il ministro della Difesa" Fonti del governo sudcoreano accusano la Corea del Nord di aver ordito un complotto per uccidere il ministro della Difesa di Seul. Lo riferisce l’agenzia stampa sudcoreana Yonhap, spiegando che Pyongyang vuole eliminare Kim Kwan Jin perché lo considera un fautore della linea dura contro la Corea del Nord. Secondo l’agenzia Yonhap, il ministro della Difesa è protetto da guardie del corpo armate dopo che l’intelligence ha ricevuto informazioni sul complotto. Le autorità di Seul stanno ora cercando di capire quanti sono i potenziali assassini incaricati di colpire il titolare della Difesa. Kim Kwan Jin si è insediato lo scorso dicembre ed ha più volte detto che Seul deve rispondere immediatamente ad ogni attacco di Pyongyang.

Tensione tra i Paesi I rapporti fra le due Coree, ancora tecnicamente in stato di guerra dall’armistizio del 1953, sono precipitati dall’incidente del marzo 2010. Allora è affondato una corvetta sudcoreana, provocando la morte di 46 marinai, e Seul ha accusato Pyongyang di averla colpita con un siluro. Nel novembre dello stesso anno colpi d’artiglieria nordcoreani hanno ucciso quattro persone sull’isola di Yeonpyeong, la stessa vicino alla quale si è verificato l’ultimo scambio di colpi d’artiglieria.