Tensione nel Carroccio Bossi accusa Tosi: "Ha portato i fascisti"

<p>
Il sindaco di Verona ha parlato di &quot;leghisti col voltastomaco&quot;, il Senatùr replica: &quot;È uno stronzo&quot;. E sul web spunta un video delle <strong><a href="http://stage.ilgiornale.it/interni/lega_caos_video_bossi_jr_contestatori... target="_blank">contestazioni a Varese</a></strong>
</p>
<strong><a href="http://stage.ilgiornale.it/interni/lega_caos_video_bossi_jr_contestatori... target="_blank"></a></strong>

Lega sempre più divisa nonostante i tentativi di molti vicini a Bossi di minimizzare le tensioni e le contestazioni partite dal congresso provinciale di Varese. Battibecco a distanza tra Umberto Bossi e il sindaco di Verona Flavio Tosi che a La zanzara di Radio 24 sostiene che "molti deputati leghisti in certe votazioni hanno avuto il voltastomaco" - anche se poi Tosi dirà di essere stato frainteso, ndr - e che sono in tanti a pensare che Berlusconi debba fare un passo indietro. "Se ci fosse un cambio della leadership e ci fosse la possibilità con questa maggioranza di andare avanti fino alla scadenza naturale della legislatura facendo tutte le riforme", ha spiegato, "penso che avremmo più chance di arrivare e di poter vincere anche alle prossime elezioni".

Dal canto su Umberto Bossi, incalzato dai cronisti a Montecitorio, riponde alzando il dito medio e aggiunge: "Tosi è uno stronzo ha tirato nella Lega un sacco di fascisti, cosa che non può essere sopportata per molto. Noi abbiamo altri progetti". Quindi, ribadendo quanto detto dal figlio Renzo, sostiene: "Chi è in disaccordo con il progetto vada altrove".

Nel frattempo anche Ignazio La Russa replica alle accuse del Senatùr che aveva bollato le contestazioni come provenienti da ex di An: "Ex An? Vuol dire che An li aveva espulsi e che la Lega li ha raccattati...". E aggiunge: "Bossi è un genio quando si tratta di trovare una via di fuga. Anche se questa mi sembra inverosimile".