In tensione Sanofi a Parigi

Le positive notizie che provengono negli Usa dal settore economico non sembrano avere riflessi sul mercato di New York, i cui indici restano intorno ai livelli di giovedì. A frenare gli slanci positivi il tonfo di Microsoft, che al Nasdaq ha perso fino al 13% (il maggior calo da sei anni), nonostante la buona tenuta di alcune blue chip del settore come Apple (più 1,9%). Il calo di ieri ha avuto riflessi anche nella classifica mondiale delle aziende più capitalizzate, con la russa Gazprom che sorpassa il gruppo della Mela e si aggiudica il terzo posto. Non si arresta in Europa la correzione degli indici borsistici. A Francoforte il Dax perde quasi l’1%, trascinata da Volkswagen (meno 5,4%), mentre a Parigi tiene Peugeot (più 1,7%); in tensione Sanofi Aventis (più 1,5%) dopo il via libera alla commercializzazione del farmaco Acomplia. Cede a Londra il titolo Yell, in seguito al lancio di un’Opa sulla spagnola Tpi.