Tensione tra Turchia-Kurdistan Chiuso lo spazio aereo con l'Irak

Il governo turco, infuriato con l'amministrazione autonoma curda del Nord Iraq, accusata di aiutare i ribelli curdi turchi, blocca i voli come misura di ritorsione. Erdogan smentisce: "Ancora nessuna decisione"

Ankara - La Turchia ha chiuso il suo spazio aereo ai voli da e per l’Iraq del nord, come parte delle sanzioni economiche con obiettivo i gruppo che appoggiano i militanti curdi che operano nella zona. Lo ha riferito oggi la rete Ntv, senza fornire fonti e al momento non è chiaro se il divieto riguarderà gli aerei militari Usa operativi tra la Turchia, membro della Nato, e l’Iraq. Ankara è furiosa con l’amministrazione autonoma curda del Nord Iraq per non essere riuscita a controllare i militanti del Pkk che combattono che i soldati turchi vicino al confine turco-iracheno. La rete tv Cnn-Turk ha in seguito citato il primo ministro turco, Recep Tayyip Erdogan, secondo il quale "non è stata presa alcuna decisione di chiusura dello spazio aereo turco".