Le tensioni spingono il greggio

La settimana si chiude con un recupero dei prezzi del greggio. I disordini in Nigeria e la spinosa questione iraniana hanno aumentato i timori di una pericolosa contrazione dell’offerta petrolifera. Così il barile è tornato a valicare quota 71 dollari il barile. Tra i metalli preziosi, rimbalzo tecnico dell’oro dopo la pessima seduta di giovedì. Il metallo giallo ha chiuso in progresso a 632,25 dollari l’oncia sfruttando anche i sintomi di debolezza del biglietto verde.