Tentò di investire due vigili: a processo

Sarà processato in tribunale il 5 dicembre il trentenne Andrea Rubini, difeso dall’avvocato Andrea Borsoi, accusato di resistenza e tentato omicidio dei vigili urbani Maurizio Bruna e Antonio Iacona, e dell’ispettore Gianluca Marcenaro, per aver forzato un posto di blocco, al fine di evitare d’essere fermato per un controllo sulla velocità. L’episodio risale al 30 gennaio 2004 (ore 22,30) ed è avvenuto in via Adamoli, durante un servizio per il controllo autovelox. Secondo i cantunè, l’auto dell’indagato, che non si è fermato, ma è scappato e solo successivamente è stato identificato e denunciato, andava a 80- 90 chilometri all’ora. Il pm Panichi, sulla base delle relazioni dei tutori del traffico, ha chiesto il rinvio a giudizio, disposto dal giudice Faraggi. I vigili si costituiranno parte civile con l’assistenza degli avvocati Fabio Maggiorelli e Andrea Tonnarelli. Indubbiamente, dice quest’ultimo, si è alla presenza di un comportamento insensato, di estrema pericolosità, che avrebbe potuto portare a tragiche conseguenze.