Tenta di ammazzare la sorella: condannato

Un uomo di 54 anni è stato condannato dal Gup Enrico Manzi, a 3 anni e 4 mesi di reclusione per aver tentato di uccidere la sorella in coma iniettandole in vena una dose di eroina. «Non lo rifarei mai più è stato un momento di disperazione», ha ammesso Bruno C., floricoltore con un passato da alcolista. Il 2 aprile era stato bloccato mentre cercava di iniettare la droga nel tubicino della flebo che manteneva in vita la sorella, 57 anni, presso la casa di cura a Garbagnate Milanese «Sandro Pertini». La sorella non è più uscita dallo stato di coma in cui si trova dal gennaio a causa di un pezzetto di cibo che le ha occluso la trachea.