Tenta di entrare in casa: incastrato nella finestra Anziano muore soffocato

Un uomo di 73 anni è morto nel tentativo di entrare in casa propria dalla finestra, ma è rimasto incastrato. Il corpo penzolante dell'anziano, che aveva lasciato le chiavi all'interno dell'appartamento, è stato trovato da alcuni condomini ieri mattina in via Tiburtina 180 a Roma. Sono così intervenuti i carabinieri della stazione di San Lorenzo e i vigili del fuoco per fare in modo di entrare nell'appartamento e recuperare il cadavere. La testa incastrata nella finestrella collocata sopra la porta di casa. È così che ha trovato stamani il cadavere dell’anziano un vicino di casa uscendo sul ballatoio. Il vicino ha poi chiamato il 118 ed i carabinieri. La morte dell’anziano, secondo quanto accertato dal medico legale, sarebbe avvenuta tra le 4 e le 5 della scorsa notte.
L’uomo avrebbe dimenticato all’interno dell’appartamento le chiavi ed ha quindi pensato di rientrare nella sua abitazione attraverso un piccola finestrella che si trova proprio sopra la porta di casa. Ha preso una scala, è salito e si è calato all’interno: per i piedi ed il resto del corpo non c’è stato problema ma una mano e la testa non è riuscito a farli passare in quello spazio angusto che lo ha ucciso.
È« con profonda tristezza che apprendo della morte di un anziano avvenuta la notte scorsa in zona Tiburtina per una tragica fatalità». Così in una nota il vice sindaco di Roma Capitale, Sveva Belviso. «Un episodio che ci lascia basiti per gli eventi che lo hanno determinato. - aggiunge Belviso - Desidero rivolgere alla famiglia dell’anziano la vicinanza e il cordoglio di tutta l’amministrazione capitolina per questo assurdo e doloroso evento».