Tenta di rubare in casa: precipita e muore sul colpo

Voleva rubare all’interno di un appartamento ma le grida dei locatari, svegliati di soprassalto, lo inducono ad una fuga rocambolesca che gli fa perdere l’equilibrio e lo fa precipitare in strada dal secondo piano. Per P.L., romeno, uno dei tanti clandestini del suo paese, 29 anni, non c’è stato niente da fare: è morto sul colpo. L’episodio è accaduto verso le 3 di sabato notte a Torbellamonaca, in via Maida. Il clandestino, penetrato all’interno dell’appartamento attraverso la finestra di un balcone, ignaro della presenza all’interno di una famiglia di romeni, padre, madre e due figli, non ha fatto in tempo a rubare nulla poiché spaventato dalle grida dei presenti. Pochi secondi concitati che lo hanno convinto a fuggire, ripercorrendo lo stesso tragitto che lo aveva portato fin al secondo piano. Ma nella fuga deve essere scivolato schiantandosi sul selciato da un’altezza di dieci metri. La salma è a disposizione del magistrato all’obitorio della Sapienza. I carabinieri del comando di Frascati, che hanno seguito le indagini, escludono ogni coinvolgimento della famiglia, in Italia con regolare permesso di soggiorno.