Tenta di soffocare donna capotreno e riesce a fuggire

Secondo Dario Balotta, segretario generale Fit Cisl Lombardia, sarebbe «il 17esimo episodio con pratica di infortunio aperta registrato dall’inizio dell’anno sulla rete ferroviaria lombarda». Infatti stavolta è una donna - una capotreno 23enne - ad essere stata aggredita da un uomo di mezza età, che ha tentato di strangolarla provocandole escoriazioni sul collo diagnosticate con tre giorni di prognosi. Il fatto è accaduto domenica sera alle 21 sul treno 10799 diretto da Milano a Novara, nella stazione del Passante di Villapizzone (ma la Polfer non conferma). La giovane ferroviere è riuscita a divincolarsi e a darsi alla fuga evitando il peggio, anche l’aggressore si è dileguato.