Tenta il suicidio in metrò Si getta sui binari: è salva

Visto che lei voleva farla finita, forse non sarà troppo contenta di come sono andate le cose. Certo non si può che definire miracolata la giovane donna che ieri mattina ha tentato di togliersi la vita lanciandosi sulle rotaie della metropolitana all’arrivo di un convoglio diretto verso il centro. La donna, infatti, non solo non ha toccato entrambe le rotaie contemporaneamente - evitando quindi di rimanere uccisa con una scarica elettrica di un voltaggio inaudito - ma è addirittura finita esattamente nel mezzo del binario, tra una rotaia e l’altra. Così com’era, cioè completamente distesa, anche il passaggio del treno, che le è finito sopra e l’ha superata, l’ha solo scalfita: se l’è cavata con qualche contusione e, com’è ovvio, un grosso choc.
Il fatto è accaduto alle 10 alla stazione Cairoli (linea rossa, MM 1). La donna in questione - M.F., una 32enne originaria di Malo (Vicenza) - dopo il fatto è stata soccorsa, estratta da sotto il treno dai vigili del fuoco e portata al pronto soccorso dell’ospedale di Niguarda per le medicazioni. Tutto questo è accaduto tra scene di panico dei presenti: alcuni turisti, fermi ad aspettare il treno, alla vista del salto fatto dalla donna sono corsi fuori dalla metropolitana a chiedere aiuto, gridando disperati e convinti di aver assistito a una tragedia ormai senza rimedio.
In queste ore sono in corso le indagini per scoprire il motivo del gesto da parte dei carabinieri della compagnia Duomo. «La donna è stata veramente fortunata: casi come il suo sono rarissimi» hanno commentato, subito dopo il fatto, i militari.
Mentre la circolazione dei treni sulla linea 1 è ripresa regolarmente solo attorno alle 11.50 l’Atm, la società di gestione del trasporto pubblico milanese, ha attivato un servizio sostitutivo di trasporto di superficie in alcuni tratti della linea uno, come quello tra Palestro e Pagano.