Tenta il suicidio: ucraino salvato da ghisa e militari

Vigili e carabinieri hanno salvato qualche giorno fa un 20enne che stava tentando il suicidio. Il fatto, accaduto lunedì scorso alle ore 10.30 circa, è stato reso noto dal sindacato autonomo di polizia locale, Siapol. Il giovane di origini ucraine, in città per motivi di studio, avrebbe deciso di lanciarsi dal Cavalcavia Bussa sulla sottostante via Giuseppe Ferrari, in prossimità della stazione Garibaldi. I passanti allarmati hanno avvertito il 112 che hanno mandato subito una gazzella in via Ferrari per bloccare il traffico.
Altri testimoni segnalavano quanto stava accadendo ad una pattuglia della polizia locale in transito nella vicina via Farini, i cui componenti, conoscendo l'unica via d'accesso al cavalcavia dalla via Quadrio, lo raggiungevano prontamente. In quel momento l’aspirante suicida era aggrappato con le mani alla balaustra del cavalcavia e pareva cedere. I due vigili, senza saperlo, hanno preceduto uno dei carabinieri che si stava avvicinando a piedi dalla strada sottostante, e hanno salvato il ragazzo afferrandolo per le braccia.