Tentano di abusare di una donna in strada I vigili arrestano i due romeni in fuga

NapoliUn romeno la teneva stretta a sé, l’altro si era già abbassato i pantaloni, pronto per violentarla. Ma, lo stupro non è riuscito perché sono arrivati gli agenti della Polizia municipale, che l’hanno salvata. I due criminali hanno mollato la donna, sotto choc e in lacrime, e si sono dati alla fuga. Mentre la vittima, una casalinga di 45 anni, veniva portata in ospedale, scattava la caccia ai due romeni. Ma la fuga è durata poco: i vigili li hanno scovati nel centro di accoglienza «Opera accoglienza Santo Stefano». I due malviventi avevano cercato rifugio lì, mischiandosi a decine di extracomunitari, in attesa di poter accedere alla mensa. Manette per entrambi e una corsa al Comando della polizia municipale, dove in attesa c’era il comandante, generale Luigi Sementa, che aveva coordinato l’attività investigativa dei suoi agenti.
Questo nuovo caso di tentato stupro è avvenuto in via Gianturco, nella zona industriale di Napoli, a poche decine di metri dalla stazione della metropolitana. Un luogo frequentatissimo da passanti e automobilisti ma non per questo immune da pericoli, soprattutto per le donne e gli anziani. Per rendere l’idea della pericolosità della strada (di notte zona nota per la prostituzione), dieci anni fa fu massacrato di botte un anziano turista giapponese, Kensuke Kowotari, settantasette anni. Nella tarda mattinata di ieri, qui, la casalinga stava tornando a casa, dopo avere fatto la spesa, quando, all’improvviso si è accorta di essere seguita da due uomini. Ha cercato di mettersi in salvo ma è stata assalita dai due romeni armati di un coltello e una pistola giocattolo. La donna è stata immobilizzata e portata con la forza sotto il cavalcavia della metropolitana.
Proprio mentre lo stupro stava per essere consumato, un passante se ne è accorto e si è messo a urlare, richiamando l’attenzione di una pattuglia di vigili urbani, in zona per dei controlli. È stata la fine dell’incubo per la casalinga e la galera per i due romeni.
Una durissima presa di posizione, contro l’escalation di violenze messe in atto da cittadini romeni, è stata quella del senatore della Lega Nord, Piergiorgio Stiffoni: «L’etnia romena, se rappresentata da questi personaggi specializzati in stupri, non è degna di restare in una Europa unita».
carminespadafora@libero.it