Tentano la rapina e uccidono il padrone di casa

da Ostuni

Hanno fatto irruzione nella masseria e lo hanno colpito con una pietra; quindi sono fuggiti con 30.000 euro che erano nascosti in una vecchia lavatrice: così è stato ucciso Eggo Buthz, 70 anni, tedesco da tempo residente nelle campagne di Ostuni, la splendida «città bianca» a una trentina di chilometri da Brindisi. Il delitto è stato compiuto intorno alle due del mattino di ieri in località Lamaforca. I carabinieri indagano sull’ipotesi di una rapina, ma nella ricostruzione fatta dall’ex moglie della vittima, che è stata interrogata per 12 ore, c’è qualche lato poco chiaro: quattro banditi a volto coperto e armati di pistola, sono entrati nella villa della donna, anche lei tedesca, l’hanno costretta ad accompagnarli nella masseria di Buthz, poco distante, e a rivelare il luogo dove era nascosto il denaro. Il settantenne, un gigante di oltre due metri per 120 chili, ha tentato di rifugiarsi sul terrazzo urlando per dare l’allarme. Ma è stato inutile: i banditi l’hanno raggiunto e colpito alla testa con una pietra, poi hanno infierito con una sedia. Infine sono fuggiti con il denaro, forse con un’auto guidata da un complice. La donna, che era stata legata, è riuscita a liberarsi alcune ore dopo e a dare l’allarme. È lei l’unica testimone.
Buthz e l’ex moglie avevano scelto di trasferirsi 17 anni fa a Ostuni, zona prediletta da tedeschi e inglesi. L’uomo era proprietario di un pub lungo la costa. Anche dopo la separazione, moglie e marito erano rimasti entrambi nel Brindisino, dove ora i carabinieri hanno avviato la caccia agli assassini.