Teocoli: «Tante gag per un po’ di relax»

da Roma

Comicità divisa tra gag, personaggi e aneddoti di vita vissuta allo stadio, e «commenti seri da sportivo», sono gli ingredienti che Teo Teocoli userà per conquistare il pubblico de La Domenica Sportiva che torna stasera su Raidue alle 22.35, spengendo 54 candeline, condotta da Jacopo Volpi con la complicità del vulcanico Teo.
L’artista milanese, che ieri ha incontrato il direttore di Rai Sport Fabrizio Maffei, sta ancora lavorando su personaggi e performance. «È ancora un po’ tutto in via di definizione - ha dichiarato Teocoli -; nelle prime puntate mi limiterò a intervenire con qualche aneddoto su fatti che mi sono accaduti allo stadio e mi dedicherò principalmente ai lati curiosi dello sport. Poi, più avanti, passerò a qualcosa di più adatto a me». Ma il pubblico affezionato ai personaggi di Teocoli non rimarrà deluso, perché l’artista non rinuncerà alle sue celebri imitazioni-travestimento. «I personaggi ci saranno, all’inizio solo parlanti e poi, se Volpi mi farà da spalla, sono disposto a travestirmi. Ce ne saranno di nuovi, ma anche qualcuno storico, perché non potrà mai mancare un Galliani disperato che vive alla stazione centrale con una bicicletta e tanti sacchetti di plastica». L’idea è anche quella di dare vita a personaggi «che i giovani non ricordano più, magari persone lontane dalla tv da alcuni anni». Ma l’attore-trasformista, che non farà mancare al repertorio un Rino Gattuso creato apposta per La Domenica Sportiva, si trasformerà appunto anche in un serio commentatore sportivo. Di fede milanista, promette: «Interverrò anche da sportivo e cercherò, in quel caso, di essere il meno tifoso possibile. Lascerò intendere la mia fede calcistica, ma quando c’è da commentare, è giusto farlo seriamente e super partes».
Una veste inedita per Teocoli, che definisce il 2006 «l’anno delle prime volte», ricordando anche la collaborazione con Fabio Fazio. «Questo mi sembrava l’anno adatto per un programma del genere. Per il calcio è un anno zero, per me un po’ un anno nuovo e sopratutto un’occasione per tornare in tv in un momento in cui non c’è più spazio per il varietà e per le persone che lo fanno. Così anche il pubblico mi rivedrà finalmente in tv. Credo di essere nel posto giusto al momento giusto e sono contento di partecipare alla più antica e prestigiosa trasmissione sportiva».
Per Teocoli, assente nella seconda puntata perché impegnato in Spagna con uno spettacolo, la nuova stagione si dividerà tra tv e teatro. Oltre a partecipare per l’intera stagione a La Domenica Sportiva, porterà in giro per il quarto anno consecutivo il suo sempre rinnovato One man show che quest’anno si intitolerà Il salame di Milano e debutterà a dicembre, naturalmente a Milano, al Teatro Smeraldo.