Il teologo sanguigno del nuovo catechismo

Alessandro Maggiolini è nato a Bareggio (Milano) il 15 luglio 1931. È stato ordinato prete il 26 giugno 1955 e ha iniziato il suo ministero pastorale a Milano, dove ha insegnato Introduzione alla teologia presso l’Università cattolica. Nell’aprile 1983 Giovanni Paolo II l’ha nominato vescovo di Carpi, dov’è rimasto fino al gennaio 1989, quando è stato promosso a Como. Maggiolini è stato l’unico italiano a partecipare ai lavori di stesura del nuovo Catechismo della Chiesa cattolica, pubblicato nel 1992. Tra i suoi libri ricordiamo Scommettere su Dio (Piemme, 1995), Meglio il martirio (Mondadori, 1996), Preghiere della gente (Mondadori, 1998), La meta e la strada. Proposta cristiana agli adolescenti (Piemme, 1999), Il prete. La vita al servizio della comunità di Dio (Piemme, 2000), Il Papa chiede perdono (Piemme, 2000), La santa paura (Mondadori, 2000), La fine della nostra cristianità (Piemme, 2001), Declino e speranza del cattolicesimo (Mondadori, 2003), Ma il figlio dell'uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra? (Bompiani, 2004).