Il terminale Adriatic LNG "infrastruttura dell'anno"

Ill premio, che ha carattere mondiale, assegnato da Platts, uno dei leader nell'informazione in campo energetico. La piattaforma di rigassificazione è gestita da Qatar Petroleum, ExxonMobil e Edison

Il terminale Adriatic LNG è stato premiato come la migliore infrastruttura mondiale dell'anno nell'ambito della dodicesima edizione dei Platts Global Energy Awards, gli ambiti riconoscimenti per aziende e manager del settore energetico che si sono contraddistinti per leadership, innovazione e performance. Il premio è stato assegnato da Platts, uno dei leader mondiali nell'informazione in campo energetico, durante una cerimonia che si è svolta lo scorso 2 dicembre a New York. Il terminale Adriatic LNG, vincitore della categoria Best Infrastructure Project of the Year dei 2010 Platts Global Energy Awards, è stato selezionato tra cinque finalisti.
Posizionato nell'Alto Adriatico, a 15 chilometri dalla costa veneta, al largo di Rovigo - il terminale Adriatic LNG è una struttura unica al mondo ed è stata specificamente progettata per rifornire il mercato energetico italiano con una fonte d'energia diversificata, affidabile e a ridotto impatto ambientale. Il terminale Adriatic LNG - un progetto altamente innovativo, costruito con tecnologie d'avanguardia - aumenta la capacità d'importazione di gas naturale liquefatto (gnl) in Italia e la diversificazione energetica del Paese. Il terminale ha una capacità di rigassificazione nominale pari a 8 miliardi di metri cubi di gas naturale l'anno, corrispondenti a circa il 10% del consumo nazionale di gas.
Inaugurato nell'ottobre 2009, il terminale Adriatic LNG ha consentito l'apertura di nuove rotte per l'importazione del gas naturale in Italia. Dall'inizio dell'operatività a oggi sono giunte al terminale oltre 90 navi metaniere, provenienti per la maggior parte dal Qatar, ma anche dall'Egitto, da Trinidad & Tobago e, più recentemente, dalla Guinea Equatoriale e dalla Norvegia. Il terminale Adriatic LNG rappresenta un punto d'ingresso strategico per l'importazione di GNL in Italia da tutto il mondo e, in questo modo, contribuisce a migliorare la sicurezza dell'approvvigionamento energetico del Paese.
"L'assegnazione di questo prestigioso premio al terminale Adriatic LNG è un riconoscimento non solo dell'eccellenza tecnologica della struttura, ma anche del ruolo strategico che sta ricoprendo per la sicurezza e la diversificazione delle fonti energetiche in Italia e in Europa" ha dichiarato Abdullah Bin Hamad Al-Attiyah, vice primo ministro e ministro dell'energia e dell'industria dello Stato del Qatar, nonché presidente e direttore generale di Qatar Petroleum. "Questo progetto contribuisce anche a raggiungere uno degli obiettivi strategici del Qatar: essere leader mondiale nella produzione e nel trasporto di gas naturale liquefatto che, a breve, festeggeremo con il traguardo della produzione di 77 milioni di tonnellate annue (mta) di GNL".
"Desidero sottolineare il contributo significativo di Qatar Petroleum, ExxonMobil ed Edison, gli azionisti che hanno dato vita a questo ambizioso progetto" ha affermato Saad Sherida Al-Kaabi, direttore oil & gas ventures di Qatar Petroleum e presidente di Terminale GNL Adriatico. "Con questa struttura, ora pienamente operativa, l'Italia ha aperto una nuova rotta dal Qatar, un Paese che è all'avanguardia, nel mondo, nell'industria del GNL".
"Siamo onorati di ricevere questo premio che riconosce l'alto valore del nostro terminale e il suo ruolo strategico per l'Italia" ha commentato l'amministratore delegato di Terminale GNL Adriatico, Alistair Routledge. "Siamo orgogliosi di questa infrastruttura, unica nel suo genere, che rende disponibile al Paese una fonte di energia affidabile e diversificata".
Il terminale Adriatic LNG è la prima struttura offshore al mondo per lo scarico, lo stoccaggio e la rigassificazione del Gas naturale liquefatto. Posizionato nell'alto Mare Adriatico, questa nuova infrastruttura riveste un ruolo di primo piano nello scenario energetico italiano di lungo periodo.
E' stato progettato, costruito ed è attualmente gestito da Terminale GNL Adriatico srl, nota come Adriatic LNG, azienda italiana fondata nel 2005 da Qatar Terminal Limited (45%) - affiliata di Qatar Petroleum, ExxonMobil Italiana Gas (45%) - società del gruppo ExxonMobil, e da Edison (10%).
Il terminale Adriatic LNG è progettato attorno a una grande struttura in cemento armato (Gravity based structure), che ospita due serbatoi di gnl, e comprende strutture per l'ormeggio e lo scarico delle navi metaniere, un impianto di rigassificazione e un metanodotto per l'invio del gas naturale alla rete di distribuzione nazionale. Il terminale è lungo 375 metri, largo 115 metri e il ponte principale è a 18 metri sopra il livello del mare.
La progettazione e la costruzione del terminale offshore Adriatic LNG sono state parte di un progetto internazionale, sviluppato in diversi anni, ideato e realizzato in vari Paesi del mondo, tra i quali la Corea del Sud, gli Stati Uniti, il Canada, la Norvegia, la Spagna e l'Italia.
La struttura in cemento armato è stata costruita in un ampio bacino artificiale nel sito di Campamento, nei pressi di Algeciras, in Spagna, vicino a Gibilterra. Una volta integrati nella struttura i serbatoi, i bracci di carico e le altre apparecchiature, il bacino artificiale è stato allagato e il terminale è stato messo in galleggiamento in modo da poter essere trasportato e installato nella posizione prescelta, dopo un viaggio di circa 1.700 miglia nautiche. In seguito, sono stati collegati al terminale le strutture per l'attracco delle navi e il metanodotto, per permettere l'avvio delle attività commerciali nel novembre 2009.