Termini In corteo contro la chiusura

Ieri Termini Imerese si è fermata in segno di solidarietà con gli operai della Fiat. Nella cittadina i negozi hanno chiuso e cinquemila persone, secondo gli organizzatori, hanno sfilato in corteo per la manifestazione promossa da Fim Fiom e Uilm in difesa dello stabilimento e contro l’ipotesi di chiusura nel caso di accordo tra il Lingotto e General Motors su Opel. Qui lavorano 1400 persone, più 500 nelle aziende dell’indotto. Per i sindacati è solo l’inizio di una grande mobilitazione che non riguarderà il singolo stabilimento ma l’intero gruppo Fiat. Gli stessi hanno ribadito al governo la richiesta di convocare un confronto tra sindacati e Fiat, per discutere del piano industriale, prima dell’eventuale intesa tra il gruppo di Torino e la Opel. Sui tagli il presidente Berlusconi ha detto: «So che c’è un tavolo di trattativa a Pomigliano, ma che non è stato aperto solo perchè i vertici Fiat sono impegnati nella trattativa Chrysler».