Termovalorizzatore I soliti (sinistri) pregiudizi ideologici

A Milano ci si sforza di guardare lontano, anche in materia di rifiuti, per evitare di essere presi alla gola, fra qualche anno, dall'emergenza, parola che spesso ricopre le imprevidenze italiane. Di qui la decisione - concordi Regione, Provincia e Comune - di realizzare un nuovo termovalorizzatore che, con discariche e una migliore raccolta differenziata, dovrebbe garantire l'autosufficienza per il prossimo decennio. La maggior parte dei cittadini, che quotidianamente seguono in tv la napoletana guerra della munnezza, sono certamente d'accordo sulla decisione, ma questo non significa che l'attuazione del progetto sarà piana e incontestata. C'è una sinistra - da parte del Pd a quella radicale - che già strepita e minaccia opposizione e sabotaggi. Già si fanno sventolare bandiere verdi e rosse, con prove tecniche di presidi e sit-in. Per questa sinistra l'inceneritore non s'ha da fare. La fazione che si oppone al disegno si muove fra utopia e pregiudizi ideologici: (...)