Terna accelera (+40%) l’investimento nella rete

Nuovo massimo in Borsa per Terna che ieri ha raggiunto quota 2,42 euro. A spingere il titolo sono stati i risultati dei nove mesi chiusi con un utile netto salito del 27,5% a 299,4 milioni di euro e con ricavi pari a 996,3 milioni (+27% su anno). Nel terzo trimestre l'utile netto di Terna si è attestato a 109,4 milioni, in rialzo del 15,6% sul corrispettivo 2005. L'indebitamento finanziario netto sui nove mesi, tenuto contro del debito per l'acconto sul dividendo ancora da erogare (106 milioni, 0,053 euro per azione, in pagamento dal 23 novembre prossimo), è pari a 2,117 miliardi, rispetto ai 2,268 miliardi di fine 2005. Il rapporto debt/equity al 30 settembre è pari a 1,08. Gli investimenti nei primi 9 mesi del 2006 sono pari a 202,6 milioni (+40,7%), di cui 188,7 milioni relativi ad investimenti in immobilizzazioni materiali effettuati in italia (+35%). L’amministratore delegato Fravio Cattaneo ha annunciato che Edison Rete e Aem Trasmissione, «saranno presto nel perimetro aziendale» e che l'acquisizione delle due società,« è un ulteriore rilevante obiettivo raggiunto». È stata, inoltre, completata con successo la quotazione sul mercato brasiliano di Terna Participaçoes. Terna stima in «circa 40 milioni» di euro la plusvalenza legata alla Ipo delle reti brasiliane di Terna Partecipacoes.