Terna Da sviluppo rete risparmi in bolletta

Il piano decennale di sviluppo della rete di Terna che prevede investimenti per 6 miliardi, può comportare risparmi in bolletta di un miliardo l’anno, se non ci saranno ritardi autorizzativi. Lo ha detto l’amministratore delegato, Flavio Cattaneo (nella foto). Cattaneo ha spiegato che la mancata autorizzazione agli investimenti ha effetti negativi per i consumatori dal momento che «gli investimenti sono a favore della riduzione delle bollette. Il piano prevede 6 miliardi di investimenti fino al 2018 con un aggravio annuo di 480 milioni di costi di trasmissione a fronte di un risparmio per i costi di sistema di 1,5 miliardi, dunque un risparmio netto per cittadini e imprese di 1 miliardo in bolletta». Dello stesso parere anche il presidente dell’Autorità per l’energia Alessandro Ortis secondo il quale lo sviluppo della rete elettrica porterebbe notevoli vantaggi in bolletta. In merito agli investimenti per lo sviluppo della rete Ortis ha spiegato che «lo sbottigliamento è un fattore importante anche per la concorrenza». «A fronte di pochi costi in più - ha detto Ortis a margine di un’audizione al Senato - si otterrebbero vantaggi notevoli in bolletta». Cattaneo ha anche spiegato che la grave crisi internazionale sta pesando sui consumi elettrici che sono in netto calo ormai da parecchi mesi.