Ternana-Manfredonia Aperta un’inchiesta

Terni. Lo scontro salvezza nel campionato di C1 (Girone B) tra Ternana e Manfredonia, pur importante ai fini della classifica, non verrà certo ricordato per il successo esterno della squadra pugliese su quella umbra. Il 2-1 finale è frutto di una punizione di Scarlato al minuto 50 della ripresa, un innocuo tiro da oltre 25 metri che ha beffato il portiere Ginestra. L’arbitro fischia la fine e scoppia la bagarre con i giocatori umbri che si precipitano sugli avversari (Scarlato in particolare, inseguito e spintonato). C’è chi ipotizza una combine sull’1-1, visto che i giocatori del Manfredonia non hanno esultato e qualcuno s’è anche messo le mani tra i capelli. Insomma, una autentica caccia all’uomo davvero sospetta. La Lega di serie C ha aperto un’inchiesta.