Terni, professore toglie il crocifisso dalla parete Gli studenti insorgono

Ogni mattina un professore di lettere prima di iniziare la
lezione stacca l’immagine sacra dal muro e la ripone nel cassetto della cattedra. Gli studenti protestano. Il consiglio d'istituto stigmatizza il gesto. La parola passa al ministero

Terni - Scoppia una nuova bufera sui crocifissi nelle scuole. Un professore si è alzato dalla cattedra ed è andato a rimuoverlo dalla parete, ma stavolta gli studenti sono insorti. Il fatto è accaduto - anzi sarebbe meglio dire accade puntualmente ogni mattina -  nella terza A dell’istituto professionale per il commercio "Alessandro Casagrande" di Terni. Il professore di lettere prima di iniziare la lezione, ogni mattina, stacca l’immagine sacra dal muro e la ripone nel cassetto della cattedra.

In servizio da settembre Il professor Franco Coppoli, un ternano di 43 anni, è in servizio nell’istituto dal settembre scorso e insegna in quattro classi. Attua ogni mattina la sua personale forma di protesta contro il simbolo del cristianesimo. Ma il gesto non è piaciuto ai suoi ragazzi che hanno informato il preside. Questi, a sua volta, ha interessato la procura della Repubblica e l’ufficio scolastico regionale. A quanto pare anche il consiglio d’istituto ha affrontato il caso stigmatizzando il comportamento del professore.

Gli atti al ministero L’Ufficio scolastico regionale invierà a breve al ministero dell’Istruzione gli atti relativi alla vicenda, compresa la relazione del preside della scuola. Non appena terminata l’istruttoria i documenti saranno inviati al ministero cui spetta ogni decisione in merito. Il direttore dell’Ufficio scolastico Nicola Rossi non ha voluto commentare la vicenda. Ha comunque sottolineato che "il mancato rispetto delle regole va sanzionato".