Il Terra di Siena di Verdone fa il pieno di belle attrici

Da domani 10 pellicole in concorso. Fenech premiata alla carriera

Pedro Armocida

da Roma

Per una volta Carlo Verdone ruba il mestiere al padre Mario, eminente critico e storico del cinema, e si lancia in un'insolita analisi del ruolo delle donne nelle commedie italiane. L'occasione è data dal festival «Terra di Siena» che si svolgerà nell'omonima città da domani al 1º ottobre e di cui Verdone è l'appassionato direttore artistico e Giovanni Bogani selezionatore dei dieci titoli del concorso. Il festival, da sempre dedicato al genere più amato dal pubblico, per la decima edizione prende in esame nella retrospettiva curata da Mario Sesti con Marco Spagnoli dieci commedie italiane tra il 1968 e il 1988. «È un ventennio - spiega il regista - in cui il ruolo della donna cambia radicalmente. Grazie anche all'esperienza femminista la donna non è più oggetto del desiderio ma ridisegna il suo ruolo, diventando un pianeta emotivo. Non è più “l'arredamento” di una storia ma ne è la protagonista. Anche nel filone erotico dove è sì la “bona” di turno ma è affiancata da uomini idioti. Film in cui vi è anche una critica di costume e si ridisegna il rapporto uomo-donna». Si parte con l'irresistibile Monica Vitti di La ragazza con la pistola e Amore mio aiutami per poi proseguire con Stefania Sandrelli, Ornella Muti, Mariangela Melato, Claudia Cardinale, Athina Cenci e Lina Sastri. Senza tralasciare l'Edwige Fenech de Il ladrone di Pasquale Festa Campanile, uno dei tre film più amati dall'attrice di origine algerino-maltese insieme ad Amori miei e Cattivi pensieri. E proprio alla Fenech «Terra di Siena» darà il premio alla carriera, il 30 settembre, al termine della due giorni convegnistica sulla «Commedia delle donne» a cui parteciperà gran parte delle attrici di quella generazione come Eleonora Giorgi e Stefania Casini ma anche della nuova come Barbora Bobulova (premiata come miglior attrice dell'anno), Valeria Golino, Elisabetta Rocchetti, Valeria Solarino e Jasmine Trinca.
In un festival quasi tutto al femminile, Piera Detassis presenterà il suo ultimo libro dal significativo titolo Signore e signore (edito da Cinecittà Holding), i maschietti saranno rappresentati da Silvio Orlando (migliore attore dell'anno), Mario Monicelli (premio Terme di Chianciano) e Aurelio De Laurentiis che terrà una lezione all'Università di Siena.