In terra di Siena il vino si sposa con la musica

Musica classica, vini del Chianti, buffet di alta gastronomia, degustazione di sigari toscani, distillati e cioccolata. Fuga dalle calde città come Roma per rifugiarsi tra le colline senesi e godersi una serata da intenditori: è quella organizzata da Elisabetta Gnudi Angelini nel suo raffinato Relais di Borgo Scopeto, con un concerto per archi tenuto da cinque famosi musicisti venuti da Berlino, che hanno suonato musiche di Luigi Boccherini, di Piotr Ilyich Tchaikovsky e di Antonin Dvorak. Nella sala La Balzana ecco i due membri dei Berliner Philarmoniker Ulrich Koezer alla viola e Martin Heinze al contrabbasso; Ying Zhang, cinese trapiantata in Germania, primo violino alla Filarmonica di Halle; Lisa Maria Landgraf, solita con la Concertgebouw Orkest, la Nieuw Sinfonietta Amsterdam, la Amsterdam Boroque Orchestra e la Musica Antiqua Kln, che fa sprigionare lo note dal suo violino David Techler del ’700 e al violoncello Trey Lee, vincitore di numerose competizioni.
Dopo il concerto, uno scenografico buffet di specialità toscane attende i 200 selezionati ospiti nel giardino del borgo medievale affacciato su torri e campanili di Siena e, per finire, si balla attorno alla piscina, degustando distillati, sigari toscani e cioccolata torinese Streglio. A fare gli onori di casa è Elisabetta, che nelle sue aziende tra Siena e Montalcino produce Chianti classico e Brunello, insieme al figlio Igino Angelini e alla nuora Benedicte. Tra gli invitati ci sono membri di grandi aziende vinicole come Giovanni e Claudia Ricasoli, Roberto Guerrini Fuligni, Luca e Sabina Saint Just, il conte Andrea Costanti; personaggi come l’ex-presidente dell’Autorità per le Comunicazioni, già giudice costituzionale Enzo Cheli, l’amministratore della società di revisione Deloitte & Touche Raoul Vitulo, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi James Bradburne, il console inglese a Firenze Moira Macfarlane; esponenti della nobiltà come i fratelli Roberto e Giulio della Porta Savelli, Beatrice Bargagli Stoffi, Leonardo e Marina Donà delle Rose, Andrea e Marina Panocchietti d’Elci. La manifestazione rientra nel festival «Musica e rossi toscani», un appuntamento musicale internazionale nato nell’agosto 2000 in concomitanza con il Palio di Siena, per iniziativa di un gruppo di amici, winemaker toscani e appassionati di musica, che hanno organizzato in ville, antichi borghi, casini di caccia e aziende vinicole della regione una serie di incontri ad invito.