Terrazza crollata il proprietario della villa indagato per omicidio

da Amalfi (Salerno)

È indagato il proprietario della villa di Conca dei Marini, Luigi Coppola, dirigente di Trenitalia, il cui crollo della terrazza sugli scogli della costiera amalfitana ha provocato la morte di un uomo e il ferimento di altre 8 persone. Ieri pomeriggio gli è stata consegnata dai carabinieri una informazione di omicidio colposo, lesioni colpose, disastro colposo e deturpazione di bellezze paesaggistiche.
Ieri è stato anche il giorno del sopralluogo nella villa maledetta, eseguito dal pm, Angelo Frattini, alla presenza dello stesso Coppola e del suo legale, l’avvocato Massimo Ricciardelli.
«Chiedo scusa, sono distrutto» ha detto Coppola, rivolgendosi ai familiari dell’unica vittima, Antonio Rocco, 54 anni e ai feriti. Poi ha espresso un desiderio: «Il mio sogno è di vedere guarita Eugenia e di portarle dei fiori all’uscita dell’ospedale». Eugenia Bellini, 21 anni e il fidanzato Lorenzo Di Chiara, 25, sono ricoverati in sala di rianimazione all’ospedale di Salerno, in gravissime condizioni.